Stop ai pagamenti ingiusti ai Consorzi di bonifica per gli immobili extragricoli, approvata legge proposta da Straface

Stop ai pagamenti ingiusti ai Consorzi di bonifica per gli immobili extragricoli, approvata legge proposta da Straface

Il consigliere regionale: «Liberiamo i calabresi da una tassa non dovuta per gli immobili che ricadono nelle aree urbane già soggette a tasse comunali»

«Stop ai pagamenti ingiusti ai Consorzi di bonifica per gli immobili extragricoli ricadenti nelle aree urbane già soggette al pagamento dei tributi comunali. Approvata all’unanimità dal Consiglio regionale la mia proposta di legge». È quanto dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Pasqualina Straface nell’annunciare l’importanza di un provvedimento che libera i contribuenti da una tassa non dovuta ai consorzi di bonifica.

«La norma approvata – spiega la presidente della terza commissione regionale Sanità – va a modificare una legge regionale del 23 luglio 2003 (“Disposizioni per la bonifica e la tutela del territorio rurale. Ordinamento dei Consorzi di Bonifica”) così da inquadrare più chiaramente l’interpretazione degli immobili “extragricoli”. In sostanza non si considerano più tali tutti quelli che ricadono nelle aree urbane e già soggetti al pagamento dei tributi comunali».

Questa legge non produce nuovi oneri a carico del bilancio regionale ed entrerà in vigore il giorno successivo a quello della pubblicazione sul Burc.
«Un risultato importantissimo per i contribuenti – conclude Pasqualina Straface – per cui ringrazio tutti i consiglieri regionali che, approvandola all’unanimità, hanno impresso grande forza alla legge. Ho inteso avanzare questa proposta in Assise anche in considerazione delle istanze provenienti dai territori. Molti calabresi, infatti, sono interessati da pagamenti di balzelli a volte non dovuti al consorzi, come in questo caso. Ed in un periodo di forte crisi economica come quello che stiamo attraversando, questa mia legge assume valenza sociale, alleggerendo famiglie e contribuenti».