“Sellia Experience”, l’educational tour attrae i professionisti turistici dello Skal Calabria

“Sellia Experience”, l’educational tour attrae i professionisti turistici dello Skal Calabria

“Sono tredici anni che lavoriamo per trasformare Sellia da borgo prettamente agricolo a borgo turistico. Per questo abbiamo progettato e realizzato degli importanti attrattori culturali e turistici, una Rete Museale e un Parco Avventura. Abbiamo avuto presenze importanti tra il 2017 e il 2019. 1500 studenti nei Musei. 30 mila presenze al Parco.

Poi la pandemia ha bloccato tutto. Oggi, con lo SKAL International Calabria abbiamo ripreso il nostro cammino”. Con queste parole il primo cittadino di Sellia, Davide Zicchinella, ha accolto nei giorni scorsi un nutrito gruppo di operatori turistici calabresi che fanno parte della più grande associazione turistica mondiale. Professionisti del settore turistico che sono stati attirati dalle attrazioni incluse nell’educational tour “Sellia Experience”, tanto da rendere l’iniziativa “sold out” in pochi giorni. Lo Skal International Calabria crede nelle potenzialità turistiche di questo antico borgo che ha alle spalle l’altopiano della Sila Piccola e ha fatto vivere forme di turismo esperienziale dall’impasto del pane ai rituali della preparazione della “pasta di casa”. Nella visita del borgo, tra strutture ricettive realizzate per accogliere i turisti nell’Albergo Diffuso, è stato degustato l’olio “evo” in un vecchio frantoio del XIX secolo

. A catturare l’interesse del visitatore nel centro storico medievale, sovrastato dai ruderi di un antico e suggestivo maniero, è stata l’offerta dello Smoss – sistema dei Musei e degli Opifici Storici di Sellia – composta da quattro strutture museali – Museo dei Bambini, Museo del Fumetto, Eco-Museo all’Aperto e Museo della Scienza – che rende il borgo unico con più spazi museali d’Europa, uno ogni 60 abitanti. Ma le attrazioni di questa meta turistica sono state ampliante col parco “Avventure in Borgo”, dal quale parte una teleferica per un volo sospeso lunga 500 metri che arriva fino al cuore del centro storico, una torre di lancio con tecnologia Quick-Jump alta 15 metri, un ponte panoramico sospeso lungo 130 metri e percorsi acrobatici con 24 piattaforme, che in parte sono state adrenaliniche per gli operatori turistici. L’educational tour è terminato con l’assaggio del morzello, piatto tipico catanzarese.

Lo SKAL nel ringraziare l’amministrazione comunale per l’iniziativa “Sellia Experience”, ha consegnato un riconoscimento internazionale al sindaco Zicchinella, che ha affermato: “Siete dei visitatori d’eccezione e ringrazio la sezione calabrese dello SKAL e il suo vice presidente regionale Avellino Emanuele Costa, che ha scelto il borgo di Sellia come meta. Abbiamo redatto un programma per rendere l’educational tour una esperienza significativa e farvi conoscere le nostre bellezze per promuoverle nei circuiti che contano”. Circuiti nei quali l’associazione Skal è presente per promuovere nuove destinazioni turistiche calabresi come Sellia che possono attrarre flussi di visitatori anche per le aree protette che sono nelle strette vicinanze: Parco Nazionale della Sila e Valli Cupe, senza dimenticare il “Cavaliere Calabrese” Mattia Preti, pittore nato a Taverna e tra i principali esponenti della stagione matura del barocco italiano e, più in particolare, del caravaggismo e della pittura napoletana del Seicento.