Rende tra i primi comuni calabresi a ricevere i finanziamenti di Rigenerazione Urbana

Rende tra i primi comuni calabresi a ricevere i finanziamenti di Rigenerazione Urbana

 Rende tra i primi comuni calabresi che hanno ricevuto dal governo i finanziamenti destinati alla rigenerazione urbana.

“Un risultato importante-ha commentato il sindaco Marcello Manna – frutto dell’ottimo lavoro svolto dai nostri uffici tecnici guidati dall’assessore Pino Munno. Sono stati accolti tutti i progetti presentati e ciò rappresenta per Rende una ulteriore spinta verso la città del futuro: sostenibile, inclusiva, smart”.
Le otto opere proposte dal comune di Rende riceveranno un finanziamento totale di € 4.975.000: “abbiamo puntato -ha spiegato il Sindaco- sul recupero delle aree a maggior rischio di degrado, valorizzando percorsi di mobilità sostenibile, benessere, cultura, istruzione e socialità”.

I progetti ammessi a finanziamento: “prevedono la realizzazione, con un importo pari a €740.000, di percorsi ciclopedonali integrativi che da Quattromiglia arriveranno all’area del Parco Robinson. Un progetto che ben si integrerà con la realizzazione del parco inclusivo previsto da Agenda Urbana. Finalmente si realizzerà così un percorso ciclabile che collegherà Rende a Cosenza.”, ha proseguito il primo cittadino.

Prevista, poi, la rifunzionalizzazione delle aree pubbliche di Commenda: “500.000 euro per le piazze Matteotti e De Vincenti nelle quali saranno realizzate palestre all’aperto (in linea con le mutate esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19), nonché l’integrazione di elementi di arredo urbano in alcuni spazi verdi e piazze comunali”, ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici.

Interventi di decoro urbano e riqualificazione ambientale anche per le direttrici viarie principali Quattromiglia- Commenda- Roges: “con un importo di € 800.000 si ridefinirà il verde urbano lungo le SS19 e SS 19 bis, oltre a percorsi ciclopedonali e degli elementi di decoro urbano”, ha spiegato Munno.

Anche la ristrutturazione di immobili comunali per attività didattiche, educative, culturali e sociali è stata finanziata dal governo: “con un importo pari a € 1.200.000 e finalizzato al recupero di edifici pubblici attualmente non utilizzati, con interventi di manutenzione straordinaria, messa in sicurezza ed efficientamento energetico, al fine di destinarli ad attività sociale, culturale ed educativo. Inoltre è previsto tra gli interventi anche il recupero di Palazzo Bucarelli: 1.000.000 di euro che ci permetterà di realizzare opere di manutenzione straordinaria e messa a norma dell’edificio sito nel centro storico. Un risultato importante che ben s’inserisce nel progetto di valorizzazione del borgo antico”, ha proseguito il sindaco.

Anche per l’edilizia scolastica: “sono stati trovati i fondi per l’ampliamento della scuola primaria Stancati: con un importo pari a € 250.000 riusciremo a realizzare nuovi spazi nella scuola primaria di via Caduti di Nassirya, per attività formative e culturali, alla luce delle crescenti esigenze della comunità di riferimento”, ha affermato Munno.§

Lo stadio Marco Lorenzon, con un importo di €350.000 sarà messo a norma: ad integrazione degli ulteriori interventi previsti ed inserito nel crono-programma della nostra candidatura a Città Europea dello Sport per il 2023”, ha sottolineato Manna aggiungendo che: “con l’approvazione del recupero e ristrutturazione degli impianti sportivi comunali grazie all’assegnazione di un ulteriore finanziamento di 135.000 euro metteremo a norma anche l’impianto sportivo di via Vanni, attualmente inutilizzato, al fine di renderlo luogo di aggregazione sociale per i residenti del centro storico”.