Poste Italiane: a Santa Sofia d’Eperio arriva il “nonnino smart”

Poste Italiane: a Santa Sofia d’Eperio arriva il “nonnino smart”

Riceviamo e pubblichiamo – Da Fagnano Castello a Santa Sofia D’Epiro, la Postepay Evolution si conferma il prodotto più semplice da utilizzare per poter effettuare i pagamenti in maniera più sicura e farsi domiciliare in modo facile e veloce le utenze domestiche. E così dopo nonno Luigi, che a febbraio scorso alla venerabile età di 101 anni si è voluto regalare la sua prima carta prepagata, ieri il signor Demetrio Godino, 85 anni compiuti lo scorso 2 ottobre, si è rivolto al responsabile dell’Ufficio Postale di Santa Sofia D’Epiro con la stessa richiesta. 

«Ho chiesto al direttore dell’ufficio postale come poter fare per pagare con puntualità le varie bollette di casa senza dover stare dietro alle scadenze», ha detto il signor Godino soddisfatto della scelta fatta.

«Il signor Demetrio è nostro cliente da sempre– ha commentato il direttore dell’ufficio postale di Santa Sofia D’Epiro, Candeloro Modaffari – e non abbiamo avuto alcuna difficoltà a proporgli uno strumento, come quello della Postepay Evolution, il cui utilizzo risulta essere molto facile e sicuro per qualsiasi tipo di transazione, comprese le domiciliazione delle utenze domestiche».

Poste Italiane, da tempo impegnata nel percorso di digitalizzazione, ha raggiunto un vero e proprio primato nel numero di transazioni e pagamenti digitali. Infatti lo stock di carte Postepay Evolution ha raggiunto 8,4  milioni di unità, in crescita del 13,3% su base annua nei primi nove mesi del 2021. Le transazioni e-commerce continuano il loro trend di crescita nei primi nove mesi dell’anno, attestandosi a 374 milioni (+36,1% su base annua nei primi nove mesi del 2021), supportando la strategia digitale delineata nel piano “Sustain & Innovate 2024”; le carte PostePay restano lo strumento di pagamento online preferito dagli italiani.

Anche in Calabria, sempre più cittadini si affidano ai mezzi più evoluti per effettuare pagamenti: a conferma della tendenza nazionale, nella regione sono infatti operative circa 440mila carte prepagate.

Poste Italiane – Media Relations