Ospedale Sicuro, Cariati esclusa: chiesti chiarimenti

Ospedale Sicuro, Cariati esclusa: chiesti chiarimenti

OSPEDALE SICURO, CARIATI ESCLUSA. CHIESTI CHIARIMENTI

ADEGUAMENTO SISMICO, NOSOCOMIO FORSE GIÀ IN REGOLA?

REIMISSIONE IN RETE REGIONALE, COME NEL 2010

CARIATI (Cs), – Ospedale Sicuro, il fatto che Cariati non sia tra i 13 progetti finanziati con il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) e con il Fondo complementare, lascia spazio ad una serie di interrogativi ai quali siamo sicuri seguiranno al più presto delle risposte di chiarimento. O si è trattato di una dimenticanza o il Vittorio Cosentino non necessita di interventi di adeguamento/miglioramento sismico.

Per il Sindaco Filomena Greco non si spiega altrimenti l’assenza di Cariati dall’elenco dei destinatari di questi fondi, necessari per garantire la fruizione delle strutture sanitarie da parte dell’utenza e del personale.

Idem per la TAC. Il nosocomio cittadino non sarebbe nell’elenco stilato dall’Azienda Sanitaria Provinciale e trasmesso dalla Regione Calabria al Ministero per i fondi stanziati nel 2019 ma ad oggi congelati. Siamo certi – aggiunge il Primo Cittadino – che anche qui ci sia stata una svista.

Così come da delibera approvata all’unanimità dal consiglio comunale, con la quale si richiede il reinserimento dell’ospedale Vittorio Cosentino nella rete ospedaliera regionale, con tutti i servizi e le prestazioni che venivano erogati nel 2010, sarà necessario dotare il presidio delle strumentazioni e di tutti mezzi adeguati a farlo tornare fiore all’occhiello e punto di riferimento nel territorio.