Ospedale di Lamezia, Bruni: “Molto lavoro con poche risorse umane”

Ospedale di Lamezia, Bruni: “Molto lavoro con poche risorse umane”

Ospedale di Lamezia, Amalia Bruni: “Situazione al collasso. Una mole di lavoro enorme con poche risorse umane che non possono gestire correttamente i problemi dei pazienti. Presidente Occhiuto e Commissario Lazzaro è indispensabile un intervento urgente e coordinato

“L’Ospedale di Lamezia è allo stremo, il personale sanitario ridotto all’osso non ce la fa più a gestire l’enorme mole di lavoro che quotidianamente si trova di fronte. Sono giorni e giorni che mi giungono lamentele e denunce in specie dal Pronto Soccorso per casi che devono attendere tempi lunghissimi. La gente non si lamenta dei medici che continuano a fare stoicamente il loro dovere ma dell’assoluta carenza di personale e della mancanza di strutture, moderne e funzionali che non esistono. Liste di attesa lunghissime e visite saltate perché non c’è tempo. Mi hanno riferito di una signora anziana affetta da Alzheimer che ha dovuto attendere su una sedia a rotelle un tempo inaccettabile per una paziente così fragile con i familiari disperati che non sapevano come intervenire.

Le condizioni dell’ospedale non sono degne di strutture dove si curano i malati. C’è sporcizia, trasandatezza, carrozzine per disabili da terzo mondo, spazzatura anche in pronto soccorso e la drammatica vicenda delle ambulanze che arrivano dopo ore e spesso senza medico. La situazione è complicata, lo diciamo da molto tempo, e l’estate con l’arrivo dei turisti naturalmente si aggrava. Presidente Occhiuto, gli ospedali per funzionare hanno bisogno di medici, infermieri, OSS, personale amministrativo, se mancano questi o sono in numero non idoneo la struttura non potrà assolvere alle sue funzioni. Lei, insieme al Commissario Lazzaro ha autorità e disponibilità per risolvere il problema.

Ci dica solo come intende muoversi, siamo disponibili ad offrire tutto il nostro aiuto ma evitiamo in futuro scene della disperazione per pazienti e famiglie e cerchiamo di rendere dignitosi i nostri luoghi di cura ‘. Lo scrive in una nota Amalia Bruni, leader dell’opposizione in Consiglio Regionale.