Natale 2021, Coldiretti e Confartigianato Imprese Cosenza incontrano l’Arcivescovo di Rossano-Cariati

Natale 2021, Coldiretti e Confartigianato Imprese Cosenza incontrano l’Arcivescovo di Rossano-Cariati

Ieri 23 dicembre, Coldiretti Corigliano Rossano e Confartigianato Imprese Cosenza hanno consegnato a S.E. Mons. Maurizio Aloise, Arcivescovo della Diocesi di Rossano-Cariati, la statuina del presepe dell’iniziativa avviata a livello nazionale in collaborazione con Symbola, che ogni anno omaggia tutte le diocesi italiane del personaggio simbolo dell’anno.

La statuetta di quest’anno è l’imprenditore, impegnato nell’azione dell’utilizzo del mezzo tecnologico a sua disposizione, il computer, a significare la centralità dell’impresa che affronta nuove sfide per la crescita economica e sociale del Paese.

Il Presepe è la rappresentazione della nascita di Gesù, ma attraverso i suoi personaggi serve a raccontare la realtà della vita di tutti i giorni: ecco che insieme al Bambinello troviamo artigiani, agricoltori, pastori e varie specie di animali, per rappresentare la multiforme dimensione del Creato che parte proprio dalla Terra.

Obiettivo dell’iniziativa è aggiungere ogni anno al presepe figure che ci raccontino del presente che stiamo vivendo e del futuro che verrà. L’anno scorso fu un’infermiera a ricordare il debito che ci lega in tempo di Covid a tutti coloro che operano nella sanità. Quest’anno è l’imprenditore che ha affrontato le difficoltà della pandemia per continuare a garantire servizi e prodotti ai cittadini nonostante le limitazioni e i lockdown. Le statuine vengono consegnate su tutto il territorio nazionale e consegnate ai Vescovi delle 226 Diocesi italiane.

Presenti all’incontro nella Curia Arcivescovile, per Confartigianato Imprese Cosenza, Vincenzo Bossio; per Coldiretti Rossano il responsabile di zona Gino Vulcano e il presidente di zona Antonino Fonsi, per Coldiretti Corigliano il responsabile di zona Alessandro Piluso. A loro si è aggiunto Giovanni Mastrangelo, docente istituto agrario IIS E. Majorana, che ha consegnato un’ampolla di olio prodotto dalla leucocarpa, l’oliva bianca, che viene utilizzato particolarmente per le cerimonie religiose.

L’Arcivescovo è stato felice per i doni ricevuti e ha elogiato il lavoro svolto da Coldiretti sui territori, che ha seguito in prima persona durante gli anni giovanili attraverso le azioni dei padri spirituali di Coldiretti Calabria. Ha poi commentato la statuetta ricevuta, realizzata dal maestro Claudio Riso, apprezzando l’alto valore rappresentativo del lavoro dell’uomo contemporaneo, sempre più in connessione con la tecnologia e impegnato su più fronti per il bene della propria azienda e dei propri dipendenti. La preghiera dell’Arcivescovo Aloise si è rivolta a tutti gli imprenditori e ai commercianti affinché siano accompagnati dalla pace del cuore e dagli intenti positivi per la crescita e lo sviluppo della nostra terra.

                   Coldiretti Corigliano e Coldiretti Rossano

e Confartigianato Imprese Cosenza