“Le immagini dell’amore”, in libreria l’opera di Roberto De Gaetano

“Le immagini dell’amore”, in libreria l’opera di Roberto De Gaetano

Cosenza (CS) – Sarà disponibile in libreria e in tutti i principali bookstore online a partire dal 13 gennaio 2022 il volume “Le immagini dell’amore” di Roberto De Gaetano, edito da Marsilio.

Studioso di teoria del cinema e di estetica del cinema italiano, in questo suo ultimo libro De Gaetano affronta un tema di grande originalità: l’amore e il suo rapporto con il cinema, con i grandi generi che l’anno rappresentato, melodramma e commedia, e soprattutto con i grandi classici della storia del cinema.

Si parte dagli anni venti di “Aurora” di Murnau, una storia mitica, divisa tra campagna e metropoli, seduzione e vita quotidiana, per arrivare al recente “Cold War” di Paweł Pawlikowski, passando per il meraviglioso “Una gita in campagna” di Jean Renoir, l’irresistibilità de “L’orribile verità” di McCarey, il mistero de “I racconti della luna pallida d’agosto” di Mizoguchi, la potenza di “Monica e il desiderio” di Bergman, la sovversione di “Jules e Jim” di Truffaut, la teatralità di “Racconto d’inverno” di Rohmer, la radicalità di “Ultimo tango a Parigi” di Bertolucci e la poesia di “Bright Star” di Jane Campion.

Il libro arriva al cinema dopo aver ripercorso in un’ampia prima parte, attraverso filosofia e letteratura, il tema dell’amore e dei modi in cui è stato pensato e rappresentato da Platone e la Grecia antica all’oggi, passando per la poesia cortese e il Romanticismo.

Il cinema, costituendo la sintesi moderna delle diverse forme di rappresentazione dell’amore, è stato un notevole catalizzatore di tali forme espressive ed ha saputo raccoglierne più di altre arti l’eredità mitologica.

La carriera:

Roberto De Gaetano è professore ordinario di Filmologia presso l’Università della Calabria. Ha fondato, nel 2006, il quadrimestrale di teoria del cinema “Fata Morgana” e, nel 2017, la rivista di critica “Fata Morgana Web”. Autore di numerosi volumi, dedicati in particolare alla filosofia del cinema e al cinema italiano, è curatore dell’opera in tre volumi “Lessico del cinema italiano. Forme di rappresentazione e forme di vita” (Milano, 2014-2016). Tra i suoi ultimi libri: “La potenza delle immagini” (2012), “Nanni Moretti” (2015) e  “Cinema italiano: forme, identità, stili di vita” (Premio “Limina 2019”).