Italiani chiamati alle urne per il referendum sulla giustizia

Italiani chiamati alle urne per il referendum sulla giustizia

Con decreti del Presidente della Repubblica del 6 aprile 2022 sono stati indetti, per domenica 12 giugno 2022, i cinque referendum popolari abrogativi ex art. 75 della Costituzione.

Si tratta dell’Abrogazione del Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi; della Limitazione delle misure cautelari: abrogazione dell’ultimo inciso dell’art. 274, comma l, lettera c), codice di procedura penale, in materia di misure cautelari e, segnatamente, di esigenze cautelari, nel processo penale; della separazione delle funzioni dei magistrati. Abrogazione delle norme in materia di ordinamento giudiziario che consentono il passaggio dalle funzioni giudicanti a quelle requirenti e viceversa nella carriera dei magistrati; Partecipazione dei membri laici tutte le deliberazioni del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari.

Abrogazione di norme in materia di composizione del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari e delle competenze dei membri laici che ne fanno parte; Abrogazione di norme in materia di elezioni dei componenti togati del Consiglio superiore della magistratura. Sarà possibile votare nella sola giornata di domenica 12 giugno 2022, dalle ore 7:00 alle ore 23:00.