Il Credito Cooperativo Mediocrati è la prima banca calabrese

Il Credito Cooperativo Mediocrati è la prima banca calabrese

Il Credito Cooperativo Mediocrati è la prima banca calabrese, secondo il noto “Atlante delle Banche leader”, edizione 2021, curato da Milano Finanza.
L’indicatore MF index sintetizza la capacità dell’istituto di abbinare allo sviluppo della massa amministrata la capacità di fare cassa e generare profitti. Un punteggio decrescente, da 10 a 0, viene attribuito a tre valori: massa amministrata, cash flow e indice di redditività. Dalla media ponderata dei tre punteggi si ricava l’indice MF.

L’indice sintetico, che determina il giudizio riferito alle banche calabresi più efficienti, per la BCC Mediocrati è pari a 4,07.
“Da diversi anni, ormai – dice il presidente Nicola Paldino – la BCC Mediocrati guida la classifica regionale delle banche calabresi, che oramai coincidono con le banche di credito cooperativo. L’indicatore di efficienza complessiva è un dato significativo, perché mette insieme i dati più importanti degli istituti e restituisce una fedele fotografia della realtà.
Per quanto ci riguarda – commenta il presidente – è un risultato importante non solo perché registrato alla fine di un anno caratterizzato dalla pandemia ma, per noi soprattutto, perché considera i dati dell’Istituto dopo l’acquisizione delle 14 filiali e dei 100 dipendenti rilevati da Banca Sviluppo. La gestione di una banca che ha raddoppiato le proprie misure alla fine del 2019 non era per niente semplice, tanto che, per molti aspetti, è da considerarsi ancora in itinere. E tuttavia, nonostante il peso acquisito, l’indagine di Milano Finanza dimostra che la BCC Mediocrati si conferma banca solida, efficiente, robustamente strutturata per servire un territorio importante come la provincia di Cosenza.
A questo aggiungiamo che non abbiamo dimenticato la responsabilità sociale che deriva dalla nostra identità di Banca di Comunità, con un’anima sociale ispirata da Don Carlo De Cardona nel 1906”.