Il Consiglio Comunale di Cosenza approva il bilancio di previsione 2021/2023

Il Consiglio Comunale di Cosenza approva il bilancio di previsione 2021/2023

Il Consiglio comunale, presieduto da Giuseppe Mazzuca, ha approvato all’unanimità il bilancio di previsione 2021/2023 e il documento unico di programmazione ed i relativi allegati. Sempre all’unanimità, senza divisioni tra maggioranza e opposizione, sono stati approvati anche gli altri punti all’ordine del giorno:
La verifica delle quantità e qualità delle aree e dei fabbricati da destinare alla residenza ed alle attività produttive e terziarie per il 2021; il Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari da allegare al bilancio di previsione e la ricognizione periodica delle partecipazioni pubbliche ex art. 20, D.Lgs 19/8/2016 n. 175 per come modificato dal D.Lgs 16/6/2017 n. 100.

Rinviata, invece, su proposta del Presidente Giuseppe Mazzuca, la trattazione dell’ultimo punto all’ordine del giorno (il riconoscimento di legittimità di spese derivanti da lavori di somma urgenza) in quanto sull’argomento non è ancora pervenuto il parere del collegio dei revisori dei conti. Il Presidente Mazzuca non ha ritenuto opportuno aprire la discussione e la sua richiesta di rinvio è stata accolta dall’assemblea all’unanimità.

La dettagliata relazione dell’Assessore ha preso le mosse dal Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari. “E’ un atto – ha detto – che viene ripetuto e reiterato tutti gli anni e che è previsto dalla legge. I comuni, soprattutto quelli meridionali, vivono costanti difficoltà finanziarie e uno dei principali elementi di riequilibrio è sempre stato individuato nella necessità ed opportunità di individuare il patrimonio immobiliare disponibile e di valorizzarlo, fino a che è possibile non alienandolo, ma, laddove necessario, alienandolo. I proventi derivanti dalla vendita di questi beni – ha aggiunto Giordano – possono essere utilizzati per la copertura di qualsiasi partita debitoria, sia essa di parte corrente che di parte capitale. Il piano che sostanzialmente, sia nei cespiti che nei valori, sembrerebbe rimasto invariato non deve essere un documento che si approva e si allega al bilancio di previsione, ma deve essere un documento messo sul tavolo degli uffici e tramutato in proventi, in ricavi. Oggi non è più possibile per i Comuni vivere di trasferimenti. I trasferimenti sono in via di estinzione. Siccome lo Stato non ha dove recuperare denaro, sposta i trasferimenti. Da una parte li toglie a favore delle entrate tributarie, non rendendosi conto che la collettività amministrata non è in grado di colmare, con la propria capacità contributiva, il gap che si viene a creare quando i trasferimenti vengono, ex abrupto, tagliati. Il Piano delle alienazioni e i relativi proventi – ha aggiunto l’Assessore Giordano – sono stati destinati al ripiano dei debiti trasferiti alla commissione straordinaria di liquidazione. E’ un atto dovuto, ma non necessario, nel senso che è normale che l’Osl busserà, come sta facendo, alla porta del Comune per chiedere riscossioni, mutui, beni patrimoniali e arriverà il momento in cui, non rinvenendo tutte le risorse necessarie per far fronte alla posizione debitoria che è abbastanza cospicua, dovrà chiedere all’Ente di vendere parte del patrimonio. Si concorderà con la commissione quali vendere, quali lasciare e, laddove vi fossero beni che il Comune ritiene di dover mantenere nel proprio patrimonio, è chiaro che l’Ente, trovando risorse alternative, avrà la possibilità di comunicare alla commissione che non ha intenzione di procedere alla vendita e che finanzierà l’importo richiesto in altro modo”.

Nel suo intervento il Sindaco Franz Caruso ha ringraziato, dopo i consiglieri Francesco Spadafora e Francesco Luberto, per gli auguri formulati al suo indirizzo e alla giunta, anche il dirigente del settore Bilancio e Programmazione Economica, Francesco Giovinazzo, tutti i dipendenti del settore, il Presidente del collegio dei revisori dei conti, Andrea Manna e il Presidente della commissione bilancio Gianfranco Tinto.

Un ringraziamento particolare il Sindaco Franz Caruso ha poi rivolto a tutti i dirigenti che hanno partecipato alla stesura del documento contabile e soprattutto al neo assessore Francesco Giordano “per la sua competenza e per il senso di responsabilità e dedizione che ha manifestato nella elaborazione di questo documento contabile che – ha sottolineato il primo cittadino – non appartiene a questa Amministrazione, ma che riguarda attività poste in essere da altri e non da noi”.

Franz Caruso non ha mancato di rilevare la positività che ha accompagnato in aula la relazione dell’Assessore al bilancio Giordano.