Cosenza, parte la “Rivoluzione” CIS Centro storico

Cosenza, parte la “Rivoluzione” CIS Centro storico

Cosenza – “Parte la “rivoluzione” CIS Centro Storico, tappa fondamentale del rilancio della parte antica della città”. Lo annuncia il sindaco, Franz Caruso, comunicando la pubblicazione del bando di gara europea a procedura aperta (art. 60 del D.LGS 50/2016) per l’affidamento di servizi tecnici inerenti l’architettura e l’ingegneria relativi al miglioramento dell’accessibilità al centro storico tramite interventi di mobilità sostenibile per un importo complessivo di 11.231.700,20 euro.

“Si tratta – prosegue il primo cittadino – dell’intervento con l’importo più rilevante all’interno del CIS Centro Storico Cosenza che, insieme ai restanti interventi per un importo totale di finanziamento pari a circa 40 milioni di euro, contribuiranno, una volta realizzati, a cambiare le sorti dell’intera città. E’ questo l’ennesimo impegno che avevo assunto con i cosentini e che si sta mantenendo. Per il CIS, infatti, ci siamo spesi sin dal mio insediamento, con non poche difficoltà, recuperandone i fondi a rischio de-finanziamento ed attuando ora celermente tutte le procedure amministrative per attuare il programma delle opere rispettando tempi e criteri ministeriali.

Entro fine maggio, contiamo di bandire le restanti 6 progettazioni con procedura aperta, così da pervenire alla fine del 2022 all’impegno giuridicamente vincolante per tutte le opere CIS e all’apertura dei cantieri entro il primo semestre del 2023. Tutto ciò è stato possibile grazie ai rapporti sinergici instaurati con il MiC anche attraverso il Tenente Colonnello Luigi Aquino, responsabile unico del contratto, con il quale vengono condivise le diverse fasi di attuazione del CIS, oltreché al lavoro portato avanti dal consigliere delegato al Centro Storico Francesco Alimena, all’apporto degli uffici comunali competenti, al supporto delle eccellenze dei giovani professionisti cosentini e alla proficua collaborazione preliminare con la Soprintendenza di Cosenza”. L’ intervento “Miglioramento dell’accessibilità al centro storico tramite interventi di mobilità sostenibile” prevede la realizzazione di opere che, ottimizzando l’accessibilità, saranno in grado di incidere positivamente sia sul contrasto allo spopolamento del centro storico, che al miglioramento della qualità della vita dei residenti e alla fruibilità del patrimonio architettonico e culturale presente.

A tal fine sono previsti, tra l’altro, impianti meccanizzati pedonali, riqualificazione di aree e percorsi nel centro storico, interventi di illuminazione architettonica e monumentale ed opere di sistemazione per nuovi parcheggi. “Per la prima volta – affermano congiuntamente il sindaco Caruso ed il consigliere delegato Alimena – saranno premiate le associazioni di professionisti capaci di offrire soluzioni ingegneristiche innovative in contesti storici. Ancora, sempre per la prima volta si terrà conto, nell’attribuzione dei punteggi, delle azioni volte a favorire la conoscenza partecipativa della popolazione alle attività di cantiere, alla divulgazione e implementazione di iniziative che mirano, attraverso il quartiere-laboratorio e i cantieri-evento partecipati e trasparenti, a limitare l’impatto dei lavori rendendoli protagonisti.

L’innovazione per l’amministrazione dovrà comportare la progettazione di un sito web per tutti i progetti CIS cosi da offrire a tutti i cittadini la conoscenza, attraverso anche piattaforme social, l’andamento delle attività e dei conseguenti risultati raggiunti per la comunità”. Il sindaco Franz Caruso e il consigliere delegato, Francesco Alimena, informano, infine, che i rimanenti 4 interventi sotto soglia sono già in corso di progettazione per la realizzazione di altre opere, per i quali si è fatto ricorso all’art.36 comma 2 lettera a del DL 50/2016 per come modificato dalla Legge 108/2021 dell’attuale governo Draghi, che garantisce la velocizzazione delle procedure al fine di rispettare i vincoli connessi al finanziamento. I suddetti 4 interventi sono: “Messa in sicurezza e adeguamento del muro di sostegno di Portapiana” in prossimità del Conservatorio per 678.135,68 euro; “Riqualificazione dell’area di Portapiana con sistemazione del parcheggio con completa fruizione” per 798.657,75 euro; “Riqualificazione di Piazza Amendola” per 628.649,93 euro; “Riqualificazione territoriale tramite i Giardini Urbani Diffusi” per 1.161.684 euro.