Cosenza, esenzione dalla tariffa per il parcheggio nelle strisce blu

Cosenza, esenzione dalla tariffa per il parcheggio nelle strisce blu

Cosenza (CS) – Al fine di incentivare quanto più possibile l’utilizzo delle auto elettriche e venire incontro alle esigenze di chi, pur non essendo residente in città, si reca a Cosenza da tutta la provincia per la crescente attrattività del capoluogo bruzio, sia per le attività economiche, sia sotto il profilo turistico, la Giunta municipale, presieduta dal Sindaco Franz Caruso, ha adottato una delibera con la quale ha esteso anche ai veicoli, a trazione esclusivamente elettrica, di proprietà di residenti nella provincia di Cosenza, l’esenzione della tariffa a pagamento per i parcheggi a raso (strisce blu). Con il provvedimento adottato, la Giunta ha modificato un precedente atto che limitava l’esenzione della tariffa a pagamento ai soli veicoli, a trazione esclusivamente elettrica, dei cittadini residenti nel comune di Cosenza.

Il provvedimento dell’esecutivo municipale è stato motivato con gli obiettivi strategici dell’Amministrazione comunale, tra i quali figura quello di imprimere un forte impulso alla mobilità sostenibile, attraverso un ampliamento dell’offerta di mobilità alternativa a zero o assai ridotto impatto ambientale, ed anche per sviluppare un modello di trasporto sempre più orientato verso l’utilizzo di auto elettriche.

A questo si aggiunga anche l’indirizzo dell’Amministrazione comunale volto a riqualificare il ruolo turistico, produttivo, commerciale e culturale dell’area centrale urbana, migliorando la qualità dei servizi offerti e promuovendo gli spostamenti con vetture ecologiche a trazione elettrica, in un’ottica di promozione e rispetto delle politiche green. Anche i proprietari di vetture completamente elettriche che non risiedono in città, ma nella provincia di Cosenza, potranno, pertanto, su richiesta, chiedere il rilascio della parking card, utilizzabile su tutto il territorio comunale, sugli stalli delimitati dalle strisce blu, previo versamento della somma di 25 euro a titolo di rimborso delle spese amministrative, e fino al prossimo 31 dicembre 2022.