Cosenza, al Rendano la bravura del pianista bulgaro Alexander Hintchev

Cosenza, al Rendano la bravura del pianista bulgaro Alexander Hintchev

Il pianista Alexander Hintchev e l’Orchestra del Teatro “Cilea” di Reggio Calabria chiudono, domenica 12 giugno al Teatro Rendano, la prima parte della 43ma stagione concertistica dell’Associazione “Maurizio Quintieri”

Si conclude domenica 12 giugno, alle ore 20,30, al Teatro Rendano, con il concerto sinfonico “Grandi interpreti”, la prima parte della 43^ Stagione Concertistica organizzata dall’Associazione Musicale “Maurizio Quintieri” in collaborazione con il Comune di Cosenza e con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Calabria e della Fondazione CARICAL.

Un appuntamento di assoluto prestigio, quello di domenica, che vedrà protagonisti il celebre pianista bulgaro Alexander Hintchev e l’Orchestra del Teatro “Francesco Cilea” di Reggio Calabria diretta dal M° Alessandro Tirotta.

Un concerto interamente mozartiano con l’esecuzione di due tra le pagine più felici del grande salisburghese: la Sinfonia n.40 K.550 ed il Concerto per pianoforte e orchestra n.20 K.466.

La Sinfonia, la più romantica fra tutte le sinfonie classiche è pervasa da una “inquieta serenità” che attraversa tutto il primo tempo (Allegro molto), trasformando il primo tema quasi in un leit-motiv.

Tutta l’opera, compresi gli altri movimenti (Andante, Minuetto e Finale) parla di una urgenza espressiva e di una lucidità compositiva, elaborate da una delle personalità musicali più fulgide di tutta la storia della musica che fanno di questa sinfonia uno dei vertici assoluti dell’arte.
Nel Concerto per pianoforte e orchestra K.466, scritto nel periodo viennese dell’autore, il virtuosismo tipico di questo genere di composizioni vira verso una drammatizzazione che porta l’ascoltatore ad un nuovo coinvolgimento, quasi romantico. L’intero brano è caratterizzato da una tragicità quasi teatrale, dove la dialettica dei numerosi contrasti interni, nella struttura compositiva e nel gioco fra “solo” e “tutti”, è dosata con sapienza mirabile.
Il pianista Alexander Hintchev è nato a Sofia (Bulgaria) in una famiglia di musicisti. Si laurea all’Accademia Musicale di Sofia con il Maestro Konstantin Ganev (a sua volta allievo di Heinrich Neuhaus) e, successivamente, all’Accademia di Santa Cecilia di Roma con il Maestro Vincenzo Vitale. Premiato al Concorso Internazionale “F. Busoni” di Bolzano, si aggiudica inoltre il 1° premio di Esecuzione Pianistica a Budapest, in Ungheria. Nella sua lunga carriera Alexander Hintchev ha tenuto e continua a tenere recital in tutto il mondo, non solo in Europa, ma anche negli Stati Uniti, in Giappone e in Messico.