Corigliano-Rossano (CS) – L’atrio del comune intitolato a David Sassoli

Corigliano-Rossano (CS) – L’atrio del comune intitolato a David Sassoli

Corigliano – Rossano (CS) – Ieri venerdì 3 giugno è stato intitolato l’Atrio di Palazzo Bianchi, sede del Municipio, a David Sassoli, indimenticato presidente del Parlamento Europeo.

Un uomo di dialogo, senza frontiere, senza barriere, attento ai temi del sociale e dei giovani, che ha sempre sottolineato la necessità e il desiderio di fraternità, un uomo che ha incarnato lo spirito e i valori costituzionali della cultura dell’inclusione.

La storia umana, il rispetto, l’amore, la pietà come cardini dell’impegno teso al sogno di un’Europa unita nella diversità, da amare e rispettare, ecco cosa ci lascia David Sassoli. Un uomo delle Istitizioni dalla parte delle persone. Ecco il perché di una scelta. Una scelta simbolica. In un giorno simbolico.

Di seguito la lettera di ringraziamento arrivata al sindaco dalla vedova di David Sassoli, Alessandra Vittorini

𝐺𝑒𝑛𝑡𝑖𝑙𝑒 𝑠𝑖𝑛𝑑𝑎𝑐𝑜,
𝑑𝑒𝑠𝑖𝑑𝑒𝑟𝑜 𝑟𝑖𝑛𝑔𝑟𝑎𝑧𝑖𝑎𝑟𝑒 𝑠𝑒𝑛𝑡𝑖𝑡𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝐿𝑒𝑖 𝑒 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑎 𝑙’𝐴𝑚𝑚𝑖𝑛𝑖𝑠𝑡𝑟𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒, 𝑎𝑛𝑐ℎ𝑒 𝑎 𝑛𝑜𝑚𝑒 𝑑𝑒𝑖 𝑚𝑖𝑒𝑖 𝑓𝑖𝑔𝑙𝑖, 𝑝𝑒𝑟 𝑎𝑣𝑒𝑟
𝑣𝑜𝑙𝑢𝑡𝑜 𝑑𝑒𝑑𝑖𝑐𝑎𝑟𝑒 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑚𝑒𝑚𝑜𝑟𝑖𝑎 𝑑𝑖 𝑚𝑖𝑜 𝑚𝑎𝑟𝑖𝑡𝑜, 𝑖𝑙 𝑃𝑟𝑒𝑠𝑖𝑑𝑒𝑛𝑡𝑒 𝐷𝑎𝑣𝑖𝑑 𝑆𝑎𝑠𝑠𝑜𝑙𝑖, 𝑙’𝐴𝑡𝑟𝑖𝑜 𝑑𝑒𝑙 𝑀𝑢𝑛𝑖𝑐𝑖𝑝𝑖𝑜 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑛𝑢𝑜𝑣𝑎
𝑢𝑛𝑖𝑐𝑎 𝑐𝑖𝑡𝑡𝑎̀ 𝑑𝑖 𝐶𝑜𝑟𝑖𝑔𝑙𝑖𝑎𝑛𝑜-𝑅𝑜𝑠𝑠𝑎𝑛𝑜.
𝐿𝑎 𝑣𝑜𝑠𝑡𝑟𝑎 𝑑𝑒𝑐𝑖𝑠𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑑𝑖 𝑟𝑖𝑐𝑜𝑟𝑑𝑎𝑟𝑛𝑒 𝑖 𝑣𝑎𝑙𝑜𝑟𝑖 𝑒 𝑙’𝑖𝑚𝑝𝑒𝑔𝑛𝑜 𝑐𝑜𝑛 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑎 𝑖𝑛𝑡𝑖𝑡𝑜𝑙𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑐𝑖 𝑐𝑜𝑚𝑚𝑢𝑜𝑣𝑒 𝑒 𝑐𝑖 𝑜𝑛𝑜𝑟𝑎, 𝑒
𝑠𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑝𝑟𝑜𝑓𝑜𝑛𝑑𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑔𝑟𝑎𝑡𝑖 𝑎 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑖 𝑐𝑜𝑙𝑜𝑟𝑜 𝑐ℎ𝑒 𝑛𝑒 ℎ𝑎𝑛𝑛𝑜 𝑝𝑟𝑜𝑚𝑜𝑠𝑠𝑜 𝑒 𝑠𝑜𝑠𝑡𝑒𝑛𝑢𝑡𝑜 𝑙’𝑜𝑟𝑔𝑎𝑛𝑖𝑧𝑧𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒.
𝑃𝑢𝑟𝑡𝑟𝑜𝑝𝑝𝑜 𝑐𝑖 𝑠𝑎𝑟𝑎̀ 𝑖𝑚𝑝𝑜𝑠𝑠𝑖𝑏𝑖𝑙𝑒 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑒𝑐𝑖𝑝𝑎𝑟𝑒 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑐𝑒𝑟𝑖𝑚𝑜𝑛𝑖𝑎 𝑝𝑟𝑜𝑔𝑟𝑎𝑚𝑚𝑎𝑡𝑎 𝑝𝑒𝑟 𝑖𝑙 2 𝑔𝑖𝑢𝑔𝑛𝑜, 𝐹𝑒𝑠𝑡𝑎 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎
𝑅𝑒𝑝𝑢𝑏𝑏𝑙𝑖𝑐𝑎, 𝑢𝑛𝑎 𝑟𝑖𝑐𝑜𝑟𝑟𝑒𝑛𝑧𝑎 𝑑𝑖 𝑔𝑟𝑎𝑛𝑑𝑒 𝑣𝑎𝑙𝑜𝑟𝑒 𝑠𝑖𝑚𝑏𝑜𝑙𝑖𝑐𝑜 𝑝𝑒𝑟 𝑖𝑙 𝑃𝑎𝑒𝑠𝑒 𝑒 𝑝𝑒𝑟 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑖 𝑛𝑜𝑖 𝑐ℎ𝑒 𝑟𝑒𝑛𝑑𝑒 𝑎𝑛𝑐𝑜𝑟𝑎 𝑝𝑖𝑢̀
𝑠𝑖𝑔𝑛𝑖𝑓𝑖𝑐𝑎𝑡𝑖𝑣𝑎 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑎 𝑠𝑐𝑒𝑙𝑡𝑎.
𝐿𝑎 𝑝𝑟𝑒𝑔𝑜 𝑝𝑒𝑟𝑜̀ 𝑑𝑖 𝑝𝑜𝑟𝑡𝑎𝑟𝑒 𝑖𝑙 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑜 𝑠𝑖𝑛𝑐𝑒𝑟𝑜 𝑠𝑎𝑙𝑢𝑡𝑜 𝑎 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑖 𝑖 𝑟𝑎𝑝𝑝𝑟𝑒𝑠𝑒𝑛𝑡𝑎𝑛𝑡𝑖 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑖𝑠𝑡𝑖𝑡𝑢𝑧𝑖𝑜𝑛𝑖 𝑐𝑖𝑡𝑡𝑎𝑑𝑖𝑛𝑒, 𝑎𝑙𝑙𝑒
𝑎𝑢𝑡𝑜𝑟𝑖𝑡𝑎̀ 𝑐𝑖𝑣𝑖𝑙𝑒 𝑒 𝑟𝑒𝑙𝑖𝑔𝑖𝑜𝑠𝑒, 𝑎𝑖 𝑟𝑒𝑙𝑎𝑡𝑜𝑟𝑖 𝑒 𝑎 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑖 𝑖 𝑝𝑟𝑒𝑠𝑒𝑛𝑡𝑖, 𝑐𝑜𝑛 𝑙𝑎 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑎 𝑝𝑖𝑢̀ 𝑠𝑒𝑛𝑡𝑖𝑡𝑎 𝑔𝑟𝑎𝑡𝑖𝑡𝑢𝑑𝑖𝑛𝑒 𝑝𝑒𝑟 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑎
𝑖𝑛𝑖𝑧𝑖𝑎𝑡𝑖𝑣𝑎 𝑑𝑖 𝑟𝑖𝑐𝑜𝑟𝑑𝑜.
𝑅𝑖𝑛𝑛𝑜𝑣𝑎𝑛𝑑𝑜 𝑖 𝑚𝑖𝑒𝑖 𝑝𝑒𝑟𝑠𝑜𝑛𝑎𝑙𝑖 𝑟𝑖𝑛𝑔𝑟𝑎𝑧𝑖𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑖 𝐿𝑒 𝑖𝑛𝑣𝑖𝑜 𝑖 𝑚𝑖𝑔𝑙𝑖𝑜𝑟𝑖 𝑠𝑎𝑙𝑢𝑡𝑖.
𝐶𝑜𝑟𝑑𝑖𝑎𝑙𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒.
𝐴𝑙𝑒𝑠𝑠𝑎𝑛𝑑𝑟𝑎 𝑉𝑖𝑡𝑡𝑜𝑟𝑖𝑛𝑖 𝑆𝑎𝑠𝑠𝑜𝑙𝑖
(foto di Nicola Tocci)7