Come proteggere i bambini dal colpo di calore

Come proteggere i bambini dal colpo di calore

Crampi da calore, esaurimento da calore e colpo di calore, sono queste le patologie che può causare il caldo intenso, associato ad altri fattori peggiorativi (umidità, luoghi chiusi, scarsa aerazione, vestiti spessi), specialmente in età pediatrica.

“Per mantenere una costante temperatura corporea il nostro organismo genera calore che disperde raffreddandosi con la sudorazione e la conduzione della cute. Questo sistema di raffreddamento naturale, quando fa molto caldo può progressivamente fallire lasciando che la nostra temperatura corporea raggiunga livelli pericolosi”, spiega Flavio Quarantiello, dirigente medico presso l’unità operativa complessa di Pediatria e Adolescentologia Aorn S. Pio Benevento, in un articolo pubblicato sul sito della Società italiana di pediatria (Sip).

Ma come si manifestano le malattie da calore e come si interviene?

CRAMPI DA CALORE – “Sono contrazioni muscolari improvvise, molto dolorose, di breve durata che interessano i muscoli di gambe, braccia, addome- spiega Quarantiello- Possono verificarsi durante o dopo un’attività fisica intensa in condizioni di caldo estremo e sono dovuti alla notevole perdita di liquidi e sali dovuta all’intensa sudorazione.

I bambini sono particolarmente a rischio di avere crampi da calore quando non bevono abbastanza liquidi. Sebbene molto dolorosi, i crampi da calore non sono di per sé gravi, ma possono essere il primo segno di una più grave malattia da calore, quindi dovrebbero essere trattati immediatamente per evitare problemi”. Cosa fare? L’esperto spiega che bisogna “interrompere subito l’esercizio fisico, condurre il bambino in un luogo fresco facendolo sedere o sdraiare e offrirgli bibite contenenti zuccheri e sali minerali (le cosiddette bevande sportive). Anche lo stretching e il massaggio delicato dei muscoli coinvolti sono utili per alleviare la sintomatologia”.

fonte dire