Benessere fisico e mentale priorità per gli italiani

Benessere fisico e mentale priorità per gli italiani

Il 62% degli italiani è disposto a spendere di più per il proprio benessere fisico e mentale, a seguito della crisi pandemica. Oggi, infatti, per la quasi totalità degli italiani (92%), la salute è il fattore che incide di più sulla felicità.

Contano meno, rispetto alla propria serenità, il benessere economico (84%) e la relazione con il partner (81%). Questo vale per tutte le fasce sociali e d’età, a conferma del fatto che post pandemia la salute è diventata un tema trasversale e rilevante per l’intera popolazione. È quanto emerge dalla ricerca “Benessere e prevenzione: l’impatto della pandemia sulla salute degli italiani”, lanciata da Vision Group, il più grande network di distribuzione dell’ottica in Italia per punti vendita diretti e in franchising, e realizzata dal Centro Studi della Scuola Internazionale di Ottica e Optometria in collaborazione con Ipsos. Lo studio analizza le nuove tendenze della popolazione in merito alla cura della vista, dell’udito e dei denti, con l’obiettivo di richiamare l’attenzione sul tema della prevenzione. L’indagine è stata presentata nei giorni scorsi a Milano, presso la sede di Comin & Partners, alla presenza di Marco Procacciante, Ad di Vision Group, Andrea Cappellini, Ad della Scuola Internazionale di Ottica e Optometria (SIOO) e Stefano Pironi, Senior Research Director Healthcare Service Line di Ipsos. Dall’analisi emerge come il Covid-19 non solo abbia portato maggiore “consapevolezza” nella popolazione su temi riguardanti il benessere fisico e mentale, ma abbia anche reso centrale il concetto di prevenzione, accanto a quello di protezione e cura.

Circa otto italiani su dieci (77%), dichiarano, infatti, di preoccuparsi di più rispetto al passato per la propria salute e questo vale anche per la stragrande maggioranza degli under 35 (70%).