Amarelli: al Salone del libro di Torino una storia di Calabria dalle nobili radici

Amarelli: al Salone del libro di Torino una storia di Calabria dalle nobili radici

CORIGLIANO-ROSSANO (Cs) –Corigliano-Rossano protagonista al Salone Internazionale del Libro di Torino con l’esperienza familiare ed imprenditoriale Amarelli, lo spaccato sui 1000 anni di storia della Calabria e la testimonianza di come la nostra regione sia sempre stata meta di uno sviluppo agricolo ed imprenditoriale fortissimo, raccontata nel volume di Pina Mengano Amarelli.

Presidente del Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli è stata tra i protagonisti del Caffè Letterario sul tema Storie di donne che hanno fatto l’impresa che ha visto anche la presenza e l’intervento dell’assessore comunale alla cultura Rosanna Purchia.

L’evento è stato promosso da Museimpresa, insieme all’Associazione Museo della Melara, allo stesso Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli, al Museo e Archivio Storico Reale Mutua e al Museo Salvatore Ferragamo.

Tra le diverse parentesi della manifestazione conclusasi ieri (lunedì 23) Pina Amarelli che è anche Presidente del Comitato per gli anniversari di interesse nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha avuto modo di sottolineare l’importanza dell’utilizzo dei nuovi linguaggi, come per esempio il fumetto, per avvicinare i giovani alla cultura e contribuire alla formazione di una coscienza civile e sociale.

Amarelli. Una Storia di innovazione dalle nobili radici (RubbettinoEditore) era stato presentato nei giorni scorsi anche a Napoli al Circolo nazionale dell’Unione nel complesso di Palazzo Reale e Teatro San Carlo, sede dei principali eventi pubblici della Città.