Al teatro Rendano la 43ma stagione concertistica dell’Associazione “Maurizio Quintieri”

Al teatro Rendano la 43ma stagione concertistica dell’Associazione “Maurizio Quintieri”

9 appuntamenti, dal 13 febbraio fino al 12 giugno, all’insegna della concertistica, cui spetta la parte del leone, ma senza perdere di vista il canto lirico, il jazz, la musica contemporanea, quella sinfonica, la recitazione, il cabaret, la danza.

Sono questi gli ingredienti della nuova stagione concertistica dell’Associazione Musicale “Maurizio Quintieri”, la numero 43, che il sodalizio musicale di cui è Presidente Giuseppe Maiorca, con la direzione artistica di Lorenzo Parisi, realizzerà nel 2022 al Teatro “Rendano” con il patrocinio del Comune di Cosenza e con il sostegno del MIBACT e della Regione Calabria. La nuova stagione della “Quintieri” sancisce un legame, ormai storicizzato, tra l’Associazione ed il Comune che, in sinergia, da quasi mezzo secolo, arricchiscono la vita culturale cittadina e calabrese.

“Un legame – sottolinea il Sindaco Franz Caruso- che adesso vogliamo diventi ancora più stretto, quasi a rimarcare che la stagione concertistica dell’Associazione “Quintieri” venga percepita dai cosentini e da tutti gli appassionati di musica come la Stagione concertistica del Teatro Rendano e del Comune di Cosenza. D’altra parte – ha aggiunto il Sindaco Franz Caruso – il Rendano è da sempre la casa della Quintieri che dal 1979 rappresenta un punto di riferimento imprenscindibile per chi intenda fruire di musica di qualità”.

E, sempre con un’attenzione assoluta alla qualità, l’idea progettuale del nuovo triennio – nei programmi della Quintieri – è quella di rilanciare tutte le attività dello spettacolo dal vivo, affiancando, come sempre è avvenuto, a grandi nomi del panorama artistico internazionale (come Alexander Hintchev, Milena Vukotic, Giuseppe Nova, tanto per fare qualche nome) giovani emergenti di assoluto valore (come il Duo Federiciano, l’Acco Trio, Celeste Di Meo). “Negli ultimi due anni l’universo virtuale ha purtroppo conquistato spazi sempre più grandi nelle nostre vite e per sottolineare la forza dello spettacolo dal vivo – afferma Lorenzo Parisi, direttore artistico dell’Associazione “Quintieri”- si valorizzeranno due concetti che da sempre rappresentano il paradigma del reale: lo Spazio ed il Tempo. Attraverso una nuova interpretazione dello spazio di esibizione, per alcuni appuntamenti nella Sala Quintieri” del Rendano, proveremo ad abbattere anche in ambito concertistico la simbolica “quarta parte”, sì da porre il palcoscenico al centro dello spazio, sovvertendo così l’architettura delle esibizioni musicali, ma favorendo una nuova interazione fra artisti e pubblico, come già avviene in molti moderni auditorium”.

Anche il Tempo, elemento che concorre a declinare la dimensione del reale, sarà interpretato con più chiavi di lettura, diventando ritmo, ma anche memoria di uomini e culture passate (dedicando attenzione ad alcuni anniversari) o ricorrenze (come la Festa della Donna, la Festa della Musica, Solstizi, Equinozi e Festività religiose).

Il concerto di apertura, “La Bussola”, in programma domenica 13 febbraio alle ore 20:00, nella Sala Quintieri del Rendano, vedrà impegnate la soprano Lucia Conte e la pianista Gabriella Orlando in un programma ampio e variegato che spazia da Cilea, Verdi, Puccini, Massenet, Bizet fino a De Falla, Obradors, Gardel e Tosti.