Ahmed Semmah sceglie la CorriCastrovillari per continuare nei suoi successi

Ahmed Semmah sceglie la CorriCastrovillari per continuare nei suoi successi

Ahmed Semmah sceglie la CorriCastrovillari per continuare nei suoi successi sportivi

Ahmed Semmah ha scelto la CorriCastrovillari per proseguire la sua carriera nel mondo dell’atletica. Il diciannovenne mezzofondista, che gareggerà nella categoria Juniores, vive a Cosenza ed è iscritto al primo anno di Ingegneria Meccanica presso l’Unical, che lo ha scelto come atleta di interesse nazionale per DUAL CARRER, il progetto del Campus dell’Università della Calabria che garantisce a chi pratica sport a livello agonistico di continuare gli studi universitari.

«Ho iniziato a correre 5 anni fa seguito dal Prof. Vincenzo Caira (attuale Presidente di Fidal Calabria) – ci racconta Ahmed -. I primi periodi non raggiunsi risultati di rilievo, ma con costanza e tenacia continuai ad allenarmi finché, nel 2019, arrivò il primo podio: la medaglia di bronzo nei 3000m ai Campionati italiani individuali su pista, svoltisi ad Agropoli. In seguito – prosegue il talento della CorriCastrovillari – ai Campionati italiani di cross U20 di quest’anno ho conquistato nuovamente il bronzo, nonostante le condizioni meteo avverse».

Un grande esempio di forza di volontà e sacrificio, caratteristiche chiave di chi si approccia allo sport, in generale, e all’atletica in particolare. Un “acquisto” che va ad arricchire la schiera dei veterani e delle giovani promesse che connota l’Associazione sportiva del Presidente Gianfranco Milanese «la CorriCastrovillari ha deciso di mettere delle buone fondamenta nell’atletica leggera ad iniziare dai ragazzi della Scuola di atletica, passando per gli assoluti con il campione Semmah, fino al settore femminile con una bella sorpresa in arrivo, concludendo con il settore Master di cui sono Responsabile regionale». Un impegno a 360° con un grande obiettivo: quello di «non far andare fuori chi ha capacità, cercando di dare loro la possibilità di allenarsi e crescere in Calabria». Il presupposto affinché ciò possa realizzarsi, è avere impianti adeguati e funzionali ed in questo «le Istituzioni devono aiutarci», con tutti gli strumenti (gabbia per i lanci, materassi ecc.) per consentire a questi ragazzi di dare il massimo della prestazione. «Speriamo – aggiunge Milanese – che con la regione Calabria si riescano ad intercettare fondi sportivi al fine di rinnovare gli impianti e dare la possibilità a tutti di fare sport. Abbiamo toccato con mano – conclude il Presidente della CorriCastrovillari – come l’attività fisica faccia bene al corpo e alla socialità».