A Diamante l’attesa finale del Peperoncino Festival

A Diamante l’attesa finale del Peperoncino Festival

DIAMANTE (CS) – Sabato alle 21,00 sul palco solo stomaci d’acciaio. E’ il momento più atteso. La finalissima del Campionato italiano mangiatori di peperoncino. In gara i vincitori delle eliminatorie che si sono svolte in tutta Italia durante l’estate.  Il campione da battere è Arturo Rencricca (nella foto) che è detentore del titolo e un record personale di più di un chilogrammo di “diavolillo” mangiato in mezz’ora.  Non è un’impresa facile per gli sfidanti tant’è che molti hanno preferito disertare la finalissima sicuri di non potercela fare.

Da più parti era stata avanzata la richiesta di non far partecipare Rencricca ma alla fine l’idea non è andata in porto. “Non ci è parsa una soluzione giusta, dice il presidente Enzo Monaco, ma è un’idea che non abbiamo abbandonato. L’anno prossimo c’è il trentennale e per quell’evento non possiamo privarci di un campione di livello mondiale come Arturo Rencricca. Magari ne parleremo dopo il trentennale!”.
Alla gara partecipano uomini e donne che concorrono per il titolo di “Campione italiano”. La gara però assegna anche il titolo di “campionessa”. Ed è questo argomento che anima le discussioni della vigilia. La notizia non è confermata ma viene data per certa la partecipazione di Anna Greco già campionessa nel 2009. Una partecipazione che animerà la serata visto il personaggio particolarmente esuberante.
In ogni caso la manifestazione si conferma l’evento più seguito e popolare del Festival. “E’ un’iniziativa che valorizza la nostra tradizione, dice ancora Monaco. In Calabria mangiare peperoncino è segnale di forza e di visibilità indispensabili per un vero uomo. Fino a qualche anno fa, nelle famiglie, si organizzavano veri e propri riti d’iniziazione per gli adolescenti”.
Prima della gara molti interessanti appuntamenti culturali. Alle 19 la presentazione del libro “Very important peperoncino” di Erminia Gerini Tricarico, Massimo Lopez e Francesco Maria Spanò. Gangemi editore. A seguire un dibattito al quale parteciperà anche Enrico Pirro.

Alle 20 l’attesissimo convegno medico che quest’anno parlerà di cervello. Il tema è “Viaggio piccante negli emisferi cerebrali”. Col prof. Bruno Amantea, parteciperanno il prof. Domenico De Lucia dell’Università di Napoli e il Dott. Francesco Siniscalchi neurologo dell’ospedale civile di Cosenza. Alle 21 il convegno “Santi e Briganti in Calabria” con la presentazione del progetto di cooperazione fra i Gal calabresi. L’ingresso è libero ma assolutamente con green pass.